Migliori robot tagliaerba 2018 [Guida all’acquisto]

migliori robot tagliaerba 2018

Se cerchi la classifica dei migliori robot tagliaerba 2018 significa che anche tu ti sei stufato della continua fatica per mantenere il prato perfetto. Ma sei sicuro che il miglior robot tagliaerba sia uno solo?

Secondo noi sono diversi i modelli a contendersi la palma di miglior robot tagliaerba 2018 e l’ago della bilancia nel premiare un modello di robot rasaerba piuttosto che un altro, è la tua esigenza.

Infatti le dimensioni del prato, la sua pendenza, la presenza di ostacoli, la presenza di animali domestici, la tua voglia di dedicarti alla manutenzione, la possibilità di stendere il filo perimetrale, sono solo alcuni degli aspetti da considerare nella scelta del migliore robot tagliaerba possibile.

Il mio compito è quello di spiegarti nel dettaglio, tutto ciò che ti serve e ciò che invece può risultarti superfluo nella scelta del tuo prossimo tagliaerba robot. Non mi stupirei di scoprire che potrebbe esserti più che sufficiente un robot tagliaerba economico, quando invece il commesso del negozio ti aveva proposto il modello super performante studiato per rasare i prati della reggia di Versailles.

Se hai già in mente tutte le caratteristiche di cui necessiti, ti anticipo che il miglior robot tagliaerba economico è il Robomow RX12U, mentre quello con il miglior rapporto qualità-prezzo è senza dubbio il WORX Landroid M1000. Per i piccoli prati nessuno batte il Bosch Indego 350, ma il miglior robot tagliaerba in assoluto è il Bosch Indego 1300.

Migliori robot tagliaerba 2018: Indice

  1. Come scegliere un Robot Tagliaerba
  2. Robot tagliaerba automatici e semi-automatici
  3. Migliori robot tagliaerba 2018
  4. Filo perimetrale: cos’è e come si installa?
  5. Robot tagliaerba e animali domestici
  6. Come sfruttare bene un Robot tagliaerba: il taglio Mulching
    1. Cos’è il mulching
    2. Vantaggi del mulching
    3. Svantaggi del mulching
    4. Mulching vs Raccolta
    5. Come eseguire il mulching
    6. Costi del mulching
    7. Mulching polverizzante
    8. Errori da non commettere
    9. Migliori tagliaerba per il mulching
    10. Il nemico numero 1: il feltro
    11. Mulching e coltivazione

Come scegliere il migliore Robot Tagliaerba per le tue esigenze

Nel 2018 tagliare l’erba spingendo faticosamente un classico tosaerba è decisamente poco cool. La scelta più intelligente ed ecologica è acquistare un robot tagliaerba che faccia il lavoro al posto vostro.

Scegliere il modello più adatto alle tue esigenze è semplice ma prima devi conoscere questi 9 aspetti fondamentali per determinare quale sia il miglior robot tagliaerba per la tua casa.

Dimensioni e pendenza del prato

pendenza terreno
La prima caratteristica da valutare in un robot tagliaerba è l’autonomia di taglio. I diversi dispositivi si differenziano infatti per la metratura di prato che si propngono di gestire. Generalmente di tende a differenziare i robot tagliaerba secondo le seguenti fasce:

  • Robot tagliaerba di piccole dimensioni: autonomia massima 400-500 m2
  • Robot tagliaerba di medie dimensioni: autonomia massima 1500-2000 m2
  • Robot tagliaerba di grandi dimensioni: autonomia massima oltre i 2000 m2

Questa caratteristica è chiaramente specificata per ogni modello di robot tagliaerba ed è importantissimo tenerla a mente e rapportarla all’estensione del proprio giardino.

Il secondo aspetto fondamentale da considerare è la pendenza del prato. Per prati pianeggianti o con pendenze fino a 30 gradi, ogni genere di robot tagliaerba riuscirà a spostarsi agevolmente. Se invece possiedi un prato con pendenze superiori, devi orientarti verso un robot tagliaerba con quattro ruote motrici.

In entrambi casi, anche per pendenze lievi, penso che i migliori robot tagliaerba a cui puoi aspirare siano quelli dotati di sensore di ribaltamento. Questo per impedire che le lame continuino pericolosamente a ruotare in caso il robot rasaerba si rovesci.

Conformazione del terreno e ostacoli

terreno con alberi
Un altro aspetto importantissimo nello scegliere un robot tagliaerba è il tipo di terreno nel quale lo si vuole utilizzare.

Per terreni regolari e contigui, con un numero limitato di ostacoli all’interno (ad esempio alberi), il migliore robot tagliaerba da scegliere è quello con il filo perimetrale. Una volta installato il robot saprà esattamente come muoversi.

Viceversa, per terreni con molti ostacoli, quali alberi, giochi per bambini, piante e aiuole, la soluzione migliore è quella di scegliere un robot tagliaerba basato su sensori di riconoscimento degli ostacoli.

Questo discorso vale anche se si vuole usare il robot tagliaerba su appezzamenti di terreno diversi, o lo si vuole condividere fra più persone, spostandolo da un giardino all’altro: la soluzione più comoda, anche in questo caso è un robot tagliaerba senza filo perimetrale.

Ampiezza della lama, altezza di taglio e gestione dei bordi del Robot Tagliaerba

dimensione lama robot tagliaerba
L’ampiezza della lama risulta tanto più importante, quanto più è estesa la dimensione del prato. Su prati di piccole dimensioni, diciamo sotto i 500m2, ogni robot tagliaerba è in grado di eseguire il suo compito in tempi accettabili.

Passando però a prati di grandi dimensioni, una lama di ampiezza maggiore consentirà di eseguire il taglio più rapidamente e con maggiore efficienza.

L’altezza di taglio poi è un fattore estetico rilevante poiché inciderà notevolmente sull’aspetto del risultato finale. Se hai un magnifico prato all’inglese è un peccato vederlo con fili d’erba troppo lunghi, necessiterai di un robot tagliaerba con altezza di taglio regolabile.

Al contrario se hai un prato non omogeneo, con aree in cui l’erba risulta meno folta, avrai la necessità di mantenere i fili d’erba più lunghi, per evitare quell’antiestetico effetto a chiazze. Perciò anche in questo caso il migliore robot tagliaerba che tu possa scegliere è quello ad altezza regolabile.

Infine un aspetto meno essenziale ma esteticamente piacevole è il sistema di gestione del taglio ai bordi. Alcuni modelli di robot tagliaerba economico hanno difficoltà ad attrarre i fili d’erba più esterni del prato o in prossimità di alberi, siepi e ostacoli. Questo si traduce in una lunghezza dell’erba maggiore in prossimità dei bordi,

I migliori robot tagliaerba invece hanno sistemi come il Cut-to-Edge di WORX, che tramite dei pettini posti all’esterno dell’area di taglio, indirizzano i fili d’erba verso il centro, in modo che vengano tagliati anche quelli ai bordi.

Taglio mulching

Uno degli aspetti che ritengo essenziali in un buon robot tagliaerba è la funzione di taglio mulching. Questo accorgimento costruttivo fa sì che il robot raserba sminuzzi l’erba tagliata e la depositi impercettibilmente sul prato, in modo che faccia da concime naturale per il terreno stesso e che vi eviti la noiosa trafila di raccogliere e gettare l’erba tagliata.

Approfondisci tutti i benefici di questa tecnica: in fondo all’articolo troverai una guida alla tecnica mulching.

Sensori di sicurezza

sensori di urto robot tagliaerba
In presenza di bambini o di animali domestici, ma anche pensando alla vita quotidiana, dove può capitare di distrarsi e tagliare la strada al robot tagliaerba: è importante che il dispositivo sia dotato di sensori di urto e di ribaltamento.

Alcuni dei robot tagliaerba economici non possiedono questi sensori, ma ritengono che siano una caratteristica molto importante per eleggere il miglior robot tagliaerba del 2018.

Alcuni modelli sono anche dotati di sensore di pioggia. Questo risulta molto utile per evitare che si avviino in modalità automatica mentre piove, tagliando l’erba bagnata, con risultati estetici pessimi e notevole dispendio di batteria.

Possibilità di programmazione

robot tagliaerba collegato allo smartphone
I modelli di robot raserba più basilari necessitano di essere avviati manualmente per poi eseguire il taglio. Ma i migliori robot tagliaerba sono programmabili. Questo significa che potrete impostarli in modo che sappiano che giorni e che orari mettersi in funzione.

Per quanto possa sembrare poco utile, non avete idea in quante occasioni possano rivelarsi preziose queste funzionalità. Basti pensare alle vacanze estive, alle giornate fuori casa fino a tardi, oppure alla gestione di un dispositivo robot tagliaerba regalato ai nonni per agevolarli.

Autonomia della batteria e gestione della ricarica

robot tagliaerba con ricarica automatica
La durata della batteria ha un’importanza crescente tanto maggiore è l’estensione del prato. In linea di massima se avete un prato di meno di 400m2 non dovete preoccuparvi della sua autonomia. Per prati più grandi però una batteria capiente è essenziale per garantire un lavoro efficiente e continuativo.

Inoltre bisogna distinguere fra robot tagliaerba automatici e semi-automatici:

  • Automatici: controllano autonomamente i livelli di batteria e tornano alla stazione di ricarica quando necessario
  • Semiautomatici: consumata la batteria si fermano e necessitano di essere collegati alla stazione di ricarica

Inutile dire che i migliori robot tagliaerba sono quelli automatici, in particolar modo se pensati di utilizzare tutte le funzioni di programmazione di cui dispongono.

Tecnologia antifurto del Robot Tagliaerba

robot tagliaerba con antifurto
Trattandosi di un dispositivo costoso, anche i robot tagliaerba economici e in particolar modo quelli costosi, sono prede appetibili per i ladri. I migliori robot rasaerba prevedono perciò una serie di accorgimenti anti-furto.

La tipologia di anti-furto più basilare e indispensabile è il codice di sblocco. Infatti i robot taglierba migliori sono tutti dotati di PIN per l’avviamento e l’accoppiamento alla stazione di ricarica. Questo impedisce ai ladri di riutilizzarli in caso di furto e li rende quindi meno appetibili per i malintenzionati.

I modelli più evoluti e più costosi, abbinano al classico PIN anche un vero e proprio antifurto sonoro che ha lo scopo di attirare l’attenzione dei proprietari in caso di tentato furto, scoraggiando quindi i ladri.

Connettività

robot tagliaerba programmabile
Infine da non sottovalutare nei migliori robot raserba la presenza di app di gestione tramite smartphone e di controllo da remoto. Se non optaste per un modello di robot tagliaerba programmabile allora vi consiglio caldamente di pretendere almeno la presenza dell’app di gestione.

Robot rasaerba automatici o semi-automatici

Come accennato poco fa, i robot taglierba automatici sono quelli che monitorano il proprio livello di carica e si dirigono autonomamente alla stazione di ricarica quando necessario.

Il robot rasaerba semi-automatico è quello che invece continua a funzionare fino ad esaurimento batteria per poi spegnersi e attendere di essere riportato a mano alla stazione di ricarica.

Inutile dire che la comodità dei robot tagliaerba automatici è impareggiabile.

Migliori robot tagliaerba 2018

1. Migliore robot tagliaerba: Bosch Indego 1300

miglior robot tagliaerba in assoluto
  • Portata: fino a 1300m2
  • Richiede filo perimetrale: sì
  • Gestione ricarica: automatica
  • Tempo di ricarica: 50 minuti
  • Dimensione lama: 26cm
  • Altezza di taglio: da 2 a 6 cm
  • Gestione pendenze: fino a 35%
  • Sensori: Ostacoli e sollevamento
  • Connettività: con Smartphone
  • Tecnologia anti-furto: Pin e sistema d’allarme
  • Voto di Regali Mitici: 9.5

Abbiamo decretato il Bosch Indego 1300 come il migliore robot tagliaerba in commercio per via della sua grande qualità, rapportata ad un prezzo alto ma non esorbitante.

Certo esistono altri raserba robot che lo possono battere nei singoli aspetti, magari nella pendenza o nella portata ma globalmente questo modello ha tutto ciò che si può desiderare quando si parla di migliori robot tagliaerba.

La cosa che più ci ha stupito di questo robot tagliaerba è il sistema di taglio LogiCut. La maggior parte dei robot tagliaerba si muovono seguendo un andamento rettilineo fino al raggiungimento del filo perimetrale, poi ruotano su loro stessi e ripartono in un’altra direzione e così via.

Bosch Indego 1300 invece esegue una mappatura della superficie del prato e pianifica un percorso a linee parallele che gli permette di portare a termine il compito impiegando il 30% di tempo in meno rispetto agli altri robot tagliaerba.

Un’altra caratteristica molto positiva è la funzione di taglio mulching che esegue uno sminuzzamento dell’erba facendola diventare pacciame per concimare il prato.

Unica pecca la leggera rumorosità dei robot tagliaerba Bosch, che nei modelli grandi come l’Indego 1300 arriva a 75dB. Non un rumore insopportabile ma comunque leggermente percettibile anche da dentro casa.

PRO
Portata
Allarme
Mulching
LogiCut
CONTRO
Manca sensore pioggia
Rumoroso

2. Ottimo rapporto qualità-prezzo: WORX Landroid M1000 WG796E.1

migliori robot tagliaerba worx
  • Portata: 700m2
  • Richiede filo perimetrale: sì
  • Gestione ricarica: automatica
  • Tempo di ricarica: 1,5 ore
  • Dimensione lama: 18cm
  • Altezza di taglio: da 2 a 6cm
  • Gestione pendenze: fino a 35%
  • Sensori: Pioggia, urto e sollevamento
  • Connettività: con Smartphone
  • Tecnologia anti-furto: Pin
  • Voto di Regali Mitici: 9

Il Landroid M di WORX, prodotto in più modelli a seconda della portata desiderata, è senza dubbio uno dei migliori robot tagliaerba sul mercato. Ha un insieme di funzionalità molto complete e un prezzo vantaggiosissimo per quello che offre.

Non ha un sistema di taglio incredibile come il LogiCut di Bosch ma a suo vantaggio c’è da dire che ha comunque una gestione delle traiettorie molto ponderata. Inoltre viene venduto già programmato e pronto al taglio.

Uno degli aspetti più convincenti di questo robot tagliaerba è il taglio decentrato con tecnologia Cut-to-Edge che rifinisce i bordi perfettametne senza bisogno di ripassarli a mano.

Molto utile il sensore di pioggia che gli indica quando è meglio evitare di tagliare per la troppa umidità del terreno. Inoltre anche questo raserba robot è dotato di sistema per la pacciamatura, detto Mulching System.

L’aspetto meno positivo è: il tempo di ricarica di 1,5 ore circa.

PRO
Cut-to-Edge
Sensori
Mulching
CONTRO
Manca allarme

3. Migliore robot tagliaerba negli spazi stretti: WORX Landroid M800

miglior robot tagliaerba qualità prezzo
  • Portata: 800m2
  • Richiede filo perimetrale: sì
  • Gestione ricarica: automatica
  • Tempo di ricarica: 1,5 ore
  • Dimensione lama: 18cm
  • Altezza di taglio: da 2 a 6cm
  • Gestione pendenze: fino a 35%
  • Sensori: Pioggia, urto e sollevamento
  • Connettività: con Smartphone
  • Tecnologia anti-furto: Pin
  • Voto di Regali Mitici: 8.5

Anche il Landroid M800 si difende benissimo e offre tutte le ottime caratteristiche del modello appena descritto, con l’unica differenza sulla minore portata di taglio: 800 metri quadri anziché 1000.

Il rapporto qualità prezzo è meno buono rispetto all’M1000, ma rimane comunque un ottimo prodotto.

Si tratta infatti di uno dei robot tagliaerba migliori sul mercato, grazie alla grande potenzialità di programmazione e semplicità di utilizzo.

Il pregio più grande è il suo precisissimo controllo dei movimenti, che lo rende un candidato perfetto se cerchi un robot tagliaerba adatto a passare negli spazi angusti.

PRO
Precisione movimenti
Cut-to-Edge
Sensori
Mulching
CONTRO
Prezzo
Manca allarme

4. Migliore robot tagliaerba per i piccoli prati: Bosh Indego 350

migliore robot tagliaerba per prati piccoli
  • Portata: 350m2
  • Richiede filo perimetrale: sì
  • Gestione ricarica: automatica
  • Tempo di ricarica: 45 minuti
  • Dimensione lama: 18cm
  • Altezza di taglio: da 3 a 5cm
  • Gestione pendenze: 27%
  • Sensori: Ostacoli e sollevamento
  • Connettività: con Smartphone
  • Tecnologia anti-furto: Pin e sistema allarme
  • Voto di Regali Mitici: 8.5

Il Bosch Indego 350, conosciuto anche come Connect è il miglior robot tagliaerba per i piccoli prati. Ha tutte le ottime caratteristiche del fratello maggiore Indego 1300 e cambia soltanto nella portata che è di 350m2, non enorme ma più ce sufficiente per i piccoli giardini.

Anche su questo modello sono presenti la mappatura del prato e il sistema di taglio parallelo LogiCut che fa risparmiare moltissimo tempo.

Prevede il taglio mulching ed è facilmente programmabile e comandabile da Smartphone. Insomma un ottimo robot tagliaerba, il migliore per chi ha un prato piccolo.

PRO
LogiCut
Allarme
Mulching
CONTRO
Portata
Manca sensore pioggia

5. Miglior robot tagliaerba per prati in pendenza: Zucchetti Ambrogio L85 Evolution

miglior robot tagliaerba per le pendenze
  • Portata: 1200m2
  • Richiede filo perimetrale: sì
  • Gestione ricarica: automatica
  • Tempo di ricarica: n.d.
  • Dimensione lama: 25cm
  • Altezza di taglio: da 2,5 a 6,5cm
  • Gestione pendenze: ammissibile 55%, taglio fino al 45%
  • Sensori: Pioggia e sollevamento
  • Connettività: con Smartphone
  • Tecnologia anti-furto: PIN
  • Voto di Regali Mitici: 8

Lo Zucchetti Ambrogio L85 Evolution è un buon robot tagliaerba, che diventa ottimo se utilizzato per scopi specifici. Si tratta infatti del miglior robot tagliaerba per pendenza massima accettata.

Se hai un prato con una zona particolarmente ripida, questo è il modello di rasaerba robot che ti consiglio. Mentre per prati normali esistono modelli con rapporto qualità-prezzo migliore.

Tutto sommato è comunque un buon prodotto, con tutto ciò che si richiede ad un robo tagliaerba efficiente. Sono rimasto piacevolmente stupito dalla presenza delle ruote autopulenti e dalla portata di taglio.

Purtroppo sono rimasto colpito negativamente dall’assenza di filo perimetrale (che va acquistato separatamente) e dalla mancanza di sistema antifurto. Il solo codice Pin, per un modello così costoso è il minimo sindacale.

PRO
Portata
Gestione pendenze
Sensori
CONTRO
Prezzo
Manca mulching
Manca Antifurto
Manca filo perimetrale

6. Migliore robot tagliaerba economico: Robomow RX 12U

robot tagliaerba economico migliore
  • Portata: da 150 a 250m2
  • Richiede filo perimetrale: sì
  • Gestione ricarica: automatica
  • Tempo di ricarica: 16-20 ore
  • Dimensione lama: 18cm
  • Altezza di taglio: da 1,5 a 4,5cm
  • Gestione pendenze: 18.5%
  • Sensori: Ostacoli e sollevamento
  • Connettività: con Smartphone
  • Tecnologia anti-furto: Pin
  • Voto di Regali Mitici: 7.5

Veniamo ora ad un campione di semplicità. Robomow è uno dei marchi leader nel settore, capace di realizzare ottimi robot rasaerba a prezzi competitivi. In particolare il Robomow RX12U si presenta come uno dei migliori robot tagliaerba economici, anzi il migliore!

Certo ha tempi di ricarica biblici e infatti è ideale per piccoli prati di 150, massimo 250m2 se pianeggianti. Lo programmi per uscire una volta al giorno per le su due orette e tenere il prato sempre perfetto. Non ti disturba e fa il suo dovere egregiamente.

Per la cifra a cui è venduto ha un parco sensori e una serie di funzionalità molto completa. Esegue addirittura il taglio mulching per la pacciamatura del prato.

Globalmente ritengo che sia il robot tagliaerba migliore per chi ha un piccolo prato pianeggiante e non ha necessità di spendere quasi il doppio per avere prestazioni che non gli servono.

PRO
Prezzo
Semplicità
Mulching
CONTRO
Portata
Tempo ricarica
Manca allarme

7. Ottimo robot taglierba economico: WORX Landroid S WR105SI

uno dei migliori robot tagliaerba worx
  • Portata: 500m2
  • Richiede filo perimetrale: sì
  • Gestione ricarica: automatica
  • Tempo di ricarica: 1,5 ore
  • Dimensione lama: 18cm
  • Altezza di taglio: da 2 a 6cm
  • Gestione pendenze: fino a 35%
  • Sensori: Pioggia, urto e sollevamento
  • Connettività: con Smartphone
  • Tecnologia anti-furto: Pin
  • Voto di Regali Mitici: 7.5

Il Landroid serie S è un robot tagliaerba economico (di solito il prezzo è attorno agli 800 euro) che ha con migliore pregio il grande rapporto qualità-prezzo. Infatti ha una portata più che sufficiente a soddisfare giardini di medie dimensioni.

Gestisce bene la maggior parte delle pendenze ed esegue un taglio preciso, anche in prossimità dei bordi, grazie alla tecnologia Cut-to-Edge. Il parco sensori è completo e vanta anche l’utilissimo sensore di pioggia.

Taglia per circa 1 ora, per poi ricaricarsi per 90 minuti e ripartire per il successivo ciclo, quindi è ideale per gestire il proprio prato suddividendolo in zone pre programmate attraverso l’app.

Tutto sommato uno dei migliori robot tagliaerba sotto i 1000 euro.

PRO
Cut-to-Edge
Mulching
Prezzo
CONTRO
Manca allarme

8. Migliore robot tagliaerba senza filo perimetrale: Zucchetti Ambrogio L60 Deluxe

miglior robot tagliaerba senza filo
  • Portata: 200m2
  • Richiede filo perimetrale: no
  • Gestione ricarica: manuale
  • Tempo di ricarica: 3 ore.
  • Dimensione lama: 25cm
  • Altezza di taglio: da 4,2 a 4,8cm
  • Gestione pendenze: ammissibile 50%, taglio fino al 40%
  • Sensori: Baratro, ostacoli, urto e ribaltamento
  • Connettività: con Smartphone
  • Tecnologia anti-furto: nessuna
  • Voto di Regali Mitici: 7.5

Lo Zucchetti Ambrogio è un robot taglierba senza filo perimetrale che ha quindi caratteristiche completamente diverse da tutti quelli visti fin’ora. La sua destinazione d’uso è per giardini di piccolee dimensioni ovvero 200m2 (ma ne gestisce fino a 400 grazie al software che riconosce le zone già tagliate il giorno precedente).

Ha il vantaggio considerevole di non necessitare di alcuna installazione: nemmeno del posizionamento del filo perimetrale. Questo è ottimo se si vuole gestire il robot in totale semplicità.

Di primo impatto può sembrare un vantaggio esiguo ma questo si rivela un vantaggio enorme qualora possediate più giardini nei quali vogliate tagliare l’erba: vi basterà prendere il piccolo ambrogio e portarlo da un giardino all’altro.

Questo prodotto è più eco-friendly rispetto alla concorrenza poichè anzichè mantenere la carica attiva durante tutto il periodo di stazionamento, richiede di essere caricato manualmente al bisogno.

Per questo motivo risulta essere più ecologico ed economico (nei consumi elettrici) dei normali robot tagliaerba.

Ciò che non ci è piaciuto di Ambrogio è l’assenza di un sistema antifurto. Visto il costo del prodotto, ci saremmo aspettati almeno un Pin di sicurezza. Il motivo di questa scelta è senz’altro che trattandosi di un robot ad avvio manuale, può essere riposto nel capanno degli attrezzi o in garage dopo l’utilizzo.

Ci ha invece stupito la notevole capacità di gestire pendenze anche molto ripide. Senza dubbio è il miglior robot tagliaerba acquistabile da chi non vuole avere l’impiccio dell’installazione del filo e della programmazione.

PRO
Ecologico
Semplice
Gestione pendenze
CONTRO
Ricarica manuale
Manca totalmente antifurto

Robot tosaerba e filo perimetrale: a cosa serve e come installarlo

Il filo perimetrale, sempre in dotazione quando si acquista un robot tagliaerba che lo richiede, è un filo con il quale delimitare le zone di azione del dispositivo. Rimane collegato ad un capo alla stazione di ricarica e va posizionato lungo tutto il perimetro esterno del giardino e attorno alle aree dove non deve passare il robot tagliaerba (es. alberi e aiuole).

Alcuni tipi di filo perimetrale si installano adagiandoli al terreno e picchettandoli ogni 70cm per mantenerli ad altezza minima ed evitare che il robot taglierba recida il cavo passandovi sopra. Altri invece, per criteri estetici e di comodità, si possono interrare di pochi millimetri, risultando quindi invisibili.

Oltre al filo perimetrale è sempre presente anche il cavo guida che indicherà al robot taglierba la via più breve per tornare alla stazione di ricarica.

I robot tagliaerba con filo perimetrale compiono lo stesso lavoro dei modelli a sensori ma in maniera più logica ed efficiente. Sono quindi da preferirsi in tutti quei casi dove i terreni sono omogenei e senza troppi ostacoli.

I robot tagliaerba senza filo perimetrale, quindi quelli a sensori, hanno invece il vantaggio di muoversi autonomamente ed evitare gli ostacoli, ma per farlo compiono traiettorie meno efficienti e impiegano quindi tempi maggiori per portare a termine il taglio.

Animali domestici e robot tagliaerba

Come già detto in precedenza, i migliori robot tagliaerba sono quelli che compiono il loro lavoro in maniera efficiente, veloce e soprattutto sicura. In presenza di bambini e animali domestici, diventa quindi fondamentale, scegliere un modello di robot raserba sicuro.

Questo comporta la necessità di possedere i sensori di urto, di sollevamento e di ribaltamento, per impedire che il robot tagliaerba continui ad alimentare le lame in caso di pericolo.

Ovviamente arrestare improvvisamente le lame è utile in caso di pericolo ma comporta una sollecitazione enorme per il dispositivo. Perciò nonostante la sicurezza assoluta di questi robot tagliaerba, è bene educare bambini e animali a non “giocare” con il robot per evitare che esso a lungo andare si guasti.

Come sfruttare al meglio un robot tagliaerba: la tecnica Mulching

Anni fa quando si parlava di taglio mulching erano in molti a storcere il naso. Infatti questa tecnica di taglio dell’erba ha preso fortemente piede negli USA e in zone dove i prati delle abitazioni hanno estensioni notevoli. In Italia, praticando il taglio dell’erba su superfici più piccole e spesso commettendo qualche errore, ci è servito più tempo per convincerci dei benefici del mulching.

Dopo qualche anno però, sia per l’insistenza dei produttori di macchinari per lo sfalcio dell’erba, sia per l’evidenza scientifica dei vantaggi apportati, anche in Italia il taglio mulching ha preso piede e viene praticato da moltissime persone con regolarità.

In questo articolo andremo ad analizzare con attenzione tutti i pro e contro del mulching rispetto al taglio dell’erba con raccolta del tagliato. In questo modo speriamo di aiutarti a fare una decisione ponderata e consapevole su quale sia la tecnica di taglio che si addice di più al tuo prato e alle tue esigenze.

Cos’è il taglio mulching?

tecnica mulching

Il mulching è una tecnica di taglio resa possibile da appositi tagliaerba che anzichè raccogliere il tagliato nella sacca posteriore, lo direzionano verso un trituratore e lo ri-depositano sul manto erboso dopo averlo sminuzzato. Di solito sono necessari circa 3-4 mesi di tagli mulching per vedere i benefici che andremo ad elencare.

Questa tecnica è nata negli Stati Uniti dove i tempi e i costi di smaltimento dell’erba tagliata stavano incidendo notevolmente a livello economico. Infatti il taglio mulching azzera i tempi di smaltimento del rifiuto erboso e grazie alla sua azione di pacciamatura naturale del terreno, rifornisce lo stesso di nutrienti, evitando anche il costo e l’inquinamento indotto dai fertilizzanti.

Vantaggi del taglio mulching

I vantaggi del mulching sono molteplici e non si limitano al semplice risparmio di tempo, qui di seguito vi farò un lungo elenco dei benefici dell’adottare questa tecnica di taglio:

  • Il prato si autofertilizza: i piccoli residui d’erba depositati con il taglio contengono molti sali minerali e sostanze organiche che vanno a nutrire il prato decomponendosi. Inoltre rallentano l’evaporazione dell’acqua contenuta nel terreno e riducono il rischio che esso soffra di siccità.
  • Minori tempi di taglio: il mulching è una tecnica di taglio di superficie, che per essere eseguita correttamente deve asportare il terzo superiore della lunghezza del filo d’erba. Questo significa che se il vostro prato ha una lunghezza di 6cm, per eseguire un taglio mulching ottimale dovrete tagliare i due centimetri superiori portandolo ad una lunghezza di 4cm. Il taglio con raccolta invece si esegue più di rado ma con una percentuale di sfalcio superiore al 1/3 del mulching. Questo significa che con il taglio a raccolta dovrete procedere più lentamente, a volte addirittura passando due volte tutta la superficie. Inoltre nel taglio mulching risparmierete tutte le fasi di svuotamento della sacca di raccolta e quindi ridurrete ulteriormente il tempo di taglio.
  • Azzeramento tempi di smaltimento: come avrai intuito, non dovendo raccogliere l’erba tagliata non sarà più necessario recarsi alla discarica per disfarsi del tagliato.
  • Risparmio economico e sostenibilità del non utilizzo di fertilizzanti: il nutrimento che il mulching apporta al prato grazie alla sua autopacciamatura, comporta una necessità di fertilizzazione molto minore rispetto ad un prato rasato con tecnica tradizionale. In particolare potrete eliminare completamente la fertilizzazione con azoto e potassio e ridurre del 25% la fertilizzazione con nitrogeno.
  • Ostacola la proliferazione di infestanti e di muffe: se eseguito correttamente, il mulching rende il terreno meno ospitale per le erbe infestanti e previene la formazione di muffe.
  • Il prato risulta più brillante: la frequenza di rasatura più alta del normale e il miglior apporto nutritivo comportano un aspetto del prato più sano e vitale con colori vivaci e brillanti.
  • Maggiore durata della vita del tagliaerba: tagliare con tecnica classica l’erba del prato è un lavoro che comporta uno sforzo notevole per il motore e le parti meccaniche del tagliaerba. Utilizzare la tecnica mulching riduce l’usura del rasaerba e prolunga la vita del suo motore.
  • Possibilità di utilizzare il tagliato come concime per le verdure: i residui d’erba sminuzzata sono ottimi da utilizzare nelle aiuole coltivate per concimare le verdure e oltre ad apportare nutrimento prevengono la formazione di erbacce.

erba sminuzzata con mulching

Svantaggi del taglio mulching

A fronte di tantissimi vantaggi del taglio mulching, non si possono trascurare nella valutazione globale anche alcuni svantaggi di questa tecnica. Qui di seguito andremo a evidenziarne i fattori negativi:

  • Necessità di acquisto di un tagliaerba apposito: come avrai capito, non tutti i tagliaerba in commercio possono eseguire il taglio mulching. Questo significa che per utilizzare questa tecnica di sfalcio del prato, devi verificare se il tagliaerba che possiedi, sia esso a spinta, a trazione o robotizzato, supporta questo tipo di taglio. Altrimenti sarai costretto a cambiare tagliaerba per adoperare questa tecnica.
  • Maggiore frequenza di taglio: mentre per il classico taglio con raccolta, la rasatura del prato viene fatta ogni 10/15 giorni, per il taglio mulching la frequenza ideale è ogni 5/7 giorni. Questo perchè, come detto in precedenza, dovrai abbassare l’altezza del prato solamente di 1/3 del totale, in modo da agevolare la decomposizione del triturato e prevenire accumuli di erba non ben sminuzzata che può soffocare il prato sottostante.
  • Necessità di pulizia accurata del tagliaerba: il tragitto che il filo d’erba tagliato deve compiere all’interno de tagliaerba per raggiungere il trituratore e poi depositarsi è lungo. Per questo motivo un tagliaerba non perfettamente pulito potrebbe impedire il corretto funzionamento del mulching system. Questo comporterebbe una triturazione non fine del tagliato e antiestetetici, oltre che dannosi, accumuli di erba maciullata sul prato.
  • Maggiori consumi di miscela in caso di tagliaerba a scoppio: dovendo rasare il prato ogni 5/7 giorni anzichè ogni 15gg è inevitabile che i consumi di combustibile di un tagliaerba a scoppio siano maggiori. Non essendo la miscela propriamente economica, bisogna valutare anche questo aspetto. Più avanti comunque faremo un resoconto dettagliato dei costi di entrambe le tecniche.
  • Rischio di malattie fungine se praticato scorrettamente: come accennato poco fa, un triturato non fine o un taglio superiore a 1/3 dell’altezza totale comportano un accumulo di erba non ben sminuzzata. Questi accumuli non possono smaltire correttamente i nutrienti e rischiano di rimanere a lungo in decomposizione sul prato, creando una via preferenziale per le malattie fungine.
  • Pulizia visiva del prato minore: a meno che possediate un robot tagliaerba, il taglio mulching eseguito manualmente non ha un impatto visivo di perfetta pulizia. Questo perchè almeno il primo giorno, dopo il taglio il materiale residuo di erba sarà visibile a occhio nudo.

Meglio mulching o raccolta quindi?

meglio mulching o raccolta

Senza ombra di dubbio meglio il taglio mulching a patto che siate disposti a mantenere la giusta frequenza di taglio. Se sai già di non avere il tempo per eseguire un taglio d’erba a settimana, ti consiglio di proseguire con la tecnica classica e magari di aspettare il fine vita del tuo tagliaerba per acquistare un robot tagliaerba di qualità, che esegua il mulching al posto tuo.

Qui puoi vedere i migliori robot tagliaerba sul mercato e capire perchè sono così utili

Come tagliare l’erba con tecnica mulching

Come abbiamo già accennato una corretta esecuzione del taglio mulching è fondamentale per ottenere tutti i vantaggi da questa tecnica, senza incorrere in alcuni inconvenienti. Per una corretta esecuzione del taglio è necessario che:

  • L’erba sia perfettamente asciutta
  • L’altezza di taglio selezionata sul tagliaerba vada ridurre l’altezza complessiva del filo d’erba di 1/3 del totale
  • La frequenza di taglio sia settimanale o anche inferiore in caso di necessità
  • Il tagliaerba deve essere ben pulito prima del taglio
  • La lama del tagliaerba deve essere sempre ben affilata
  • Il taglio deve essere eseguito con uno schema a serpentina (come in figura sottostante)

taglio mulching con schema a serpentina

Costi della tecnica mulching?

Come abbiamo visto, l’unico vero ostacolo per iniziare a utilizzare il taglio mulching è possedere un tagliaerba che possa eseguirlo. Per quanto riguarda gli altri costi possiamo segnalare come degno di nota solo l’incremento di consumo di miscela (in caso di tagliaerba a scoppio) dovuto alla maggiore frequenza di taglio. Per quanto riguarda però i costi di smaltimento e l’abbattimento dell’uso di fertilizzanti esterni, il taglio mulching ha notevoli vantaggi anche dal punto di vista economico.

Se volete approfondire il discorso sulla comparazione dei costi fra taglio mulching e taglio con raccolta, vi consiglio questo interessante articolo di Motogarden.net riguardante un esperimento durato 5 mesi nel quale due aree di prato identiche son state sfalciate una con tecnica mulching e l’altra con tecnica classica. Io stesso sono rimasto sbalordito della differenza di costi e di tempistiche totali fra le due tecniche.

Taglio mulching con polverizzazione

I principali produttori di tagliaerba con mulching system stanno facendo a gara a chi offre il sistema di sminuzzamento più efficiente. la naturale evoluzione di questa gara al rialzo delle prestazione sembra essere il mulching polverizzante. In particolare l’azienda Grin, un’azienda italiana specializzata in tagliaerba, è al momento leader in questo genere di tecnologie che riducono ulteriormente la possibilità di errore dell’operatore e liberano dall’effetto antiestetico che si ottiene il primo giorno dopo l’esecuzione del taglio mulching convenzionale.

Errori nel taglio mulching

Quali sono quindi questi fantomatici errori in cui si può incappare per inesperienza in questa tecnica. Il primo fra tutti è l’errata frequenza di taglio. Se non si utilizza una cadenza stretta si rischia infatti di asportare più di 1/3 della lunghezza della foglia d’erba, producendo più residui del dovuto e andando incontro ad una difficoltà di decomposizione naturale.

Un altro errore comune è quello di tagliare il prato al mattino, quando seppur sembri asciutto, il prato è ancora ricco di umidità e la triturazione del tagliato non avverrà adeguatamente, comportando un antiestetico (e dannoso per il prato) effetto a zolle.

Il terzo errore più comune è quello di eseguire il taglio sempre nello stesso senso, riducendo la possibilità del tagliaerba di catturare adeguatamente i fili d’erba e comportando quindi un taglio meno efficace dal punto di vista dello sfoltimento.

Infine l’ultimo degli errori tipici di chi esegue per le prime volte il taglio mulching è quello di trascurare la pulizia del tagliaerba dopo l’utilizzo. Sebbene sia un aspetto importante anche nel taglio classico, in caso di utilizzo della tecnica mulching, la pulizia della macchina riveste un ruolo ancora più importante per ottenere una triturazione bella fine.

Migliori tagliaerba per taglio mulching

tagliaerba con sacco di raccolta

Premetto che non esiste un tipo di tagliaerba che sia, in termini di tecnologia, migliore dell’altro nell’esecuzione del mulching. Esistono però degli aspetti che li differenziano e che possono renderli più o meno adeguati alle tue esigenze.

Tagliaerba elettrici e mulching

data la necessità di potenza inferiore richiesta per l’esecuzione del taglio mulching rispetto al taglio classico, i tagliaerba elettrici sono perfetti per questa tecnica. Il loro basso costo di utilizzo li rende ideali appunto per i tagli frequenti che comporta il mulching e non dovendo mai praticare tagli oltre 1/3 dell’altezza la durata del motore del tagliaerba elettrico si prolungherà di molto.

Tagliaerba a scoppio e mulching

Il tagliaerba a scoppio, sia esso a spinta o a trazione, presenta prestazioni fin troppo brillanti per utilizzarlo per il mulching. La sua grande potenza e la resistenza del motore, rendono questa tecnica molto semplice da eseguire ma i tagli più frequenti comportano un consumo maggiorato di miscela. Per questo motivo, potendo scegliere, per il mulching il tagliaerba elettrico è una soluzione molto più economica sia come acquisto inziale sia come costi fissi.

Tagliaerba a scoppio e mulching polverizzante

Tutt’altro discorso però, va fatto per un tagliaerba a scoppio che possa fare un taglio mulching polverizzante. In questo caso sì che la potenza maggiorata del motore a benzina rispetto all’elettrico ha ragione di esistere. Sminuzzare l’erba fino a polverizzarla aumenterà ulteriormente l’efficacia dei benefici apportati dalla tecnica mulching e i costi della miscela consumata in più, avrebbero una giustificazione data dalla qualità del taglio.

Robot tagliaerba e mulching

robot tagliaerba con mulching system

Infine il re indiscusso del mulching ovvero il robot tagliaerba. Questi robottini sono perfetti per questa tecnica perchè potrai dimenticarti della frequenza di taglio, della soglia di abbassamento di 1/3 e dell’umidità del terreno. Sarà il robot tagliaerba stesso a fare tutte queste valutazioni. Questa è la soluzione migliore per chi ha compreso i benefici del taglio mulching ma ha paura di non avere tempo o voglia di tagliare molto frequentemente il prato.

Prosegui leggendo i nostri consigli all’acquisto sui migliori robot tagliaerba in commercio.

Taglio mulching e formazione di feltro: mito o realtà?

Uno dei motivi per cui la diffusione del taglio mulching in Italia è stata così lenta è stata l’errata convinzione che questa tecnica di taglio dell’erba agevolasse la formazione di feltro. Il feltro è quel sottile strato di erba morta che tende ad accumularsi (solitamente in piccole quantità) sul terreno del prato.

La presenza del feltro è totalmente normale in tutti i prati, indipendentemente da come vengano falciati. Esso è sinonimo di una difficoltà di smaltimento, tramite decomposizione, di foglie, radici e steli morti. Con numerosi test eseguiti comprando la formazione di feltro su prati tagliati con tecnica classica, rispetto a prati falciati con il mulching, è stato dimostrato che non vi è correlazione fra tecnica di taglio e proliferazione del feltro.

Utilizzo dell’erba tagliata con tecnica mulching per concimare le verdure

Il termine mulching oltre a identificare la tecnica di taglio dell’erba vista fin’ora, sta ad indicare anche un particolare metodo di concimazione degli ortaggi. Esso avviene cospargendo il terreno coltivato di piante sminuzzate. Deponendole in maniera non uniforme sul terreno si viene a creare una sorta di coperta che riduce di molto la perdita di liquidi del terreno causata dall’evaporazione. Questo è un ottimo modo di utilizzare eventuali eccessi di erba triturata (dovuti ad un taglio eseguito con frequenza non abbastanza ravvicinata) per evitare di lasciarli sul prato a “soffocare” l’erba sottostante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *